Autolinee Valenti
Azzurro Manicardi

NOTA STORICA di A. Manicardi

AUTOLINEE VALENTI

Nel 1926 il Comune di Soliera stipulò un accordo con la ditta Violi di Soliera per un servizio automobilistico giornaliero Soliera-Modena, auspicando che il servizio diventasse come quello di Carpi con la ditta Valenti (quindi la ditta Valenti c’era già).
Il contratto con Violi, che era annuale, venne rinnovato anche nel 1930.
Nel 1936 sono stato operato di tonsille e ricordo il ritorno da Modena con la corriera di Valenti, per cui il servizio Carpi-Soliera-Modena ebbe inizio fra il 1931 e il 1936.
La gestione della corriera era affidata a due figure caratteristiche: il solierese Bigi Milton al volante e il carpigiano Walter, detto Pistòun, alla biglietteria in corriera. I due diventarono col tempo una vera istituzione, per la cortesia verso i passeggeri e la battuta scherzosa sempre pronta.
Due colpi di clacson annunciavano l’arrivo della corriera nella piazza Sassi, si apriva la portiera e si affacciava Pistòun con le stesse storiche parole “ Avanti c’è posto-stringersi al centro-un passo avanti” e spingeva gli ultimi passeggeri da tergo per fare entrare tutti. Stretti come sardine, chiusa la portiera, Pistòun gridava a Milton “Te poo andèr”. Avviato il motore e ingranata la marcia, una repentina frenata provocava quello scossone necessario per riempire gli spazi vuoti che i passeggeri in piedi, furbescamente, avevano mantenuto per garantirsi un po’ di comodità. Ma lo spazio era vitale perché dovevano salire anche i solieresi che aspettavano a Villa Margini e all’Appalto.

La ditta Valenti cessò ogni attività nel 1973.